Consulente SEO: Servizi SEO per Aziende e Agenzie Inizia con un'analisi gratuita!


* We don’t share your personal info with anyone.

Chi è ma soprattutto cosa fa un consulente SEO?

Un consulente SEO è un professionista che lavora nel digitale e che si impegna giornalmente a ottimizzare e posizionare siti web nella serp dei motori di ricerca, rispetto a uno o più argomenti.

Per chi non lo sapesse, la serp è quella pagina dei risultati del motore di ricerca che viene mostrata ogni volta che un utente compie una ricerca sul motore stesso. Si dovrà naturalmente fare distinzione tra risultati sponsorizzati e appunto organici (cioè derivanti da un lavoro SEO).

Ecco, il consulente SEO lavora e si impegna affinche il sito del proprio cliente venga mostrato subito dopo i risultati sponsorizzati.

Va detto che non è una cosa semplice e non sempre è possibile raggiungere i risultati sperati, ma un buon consulente SEO, dovrà mettercela tutta per ideare una buona strategia SEO che si vada ad integrare perfettamente con la strategia aziendale.

Fare SEO è gratis?

No, fare SEO non è gratis, e in alcuni casi possiamo affermare che risulta anche abbastanza costoso, il tutto dipende dal settore, dall’interesse e dal livello di concorrenza.

Un consulente SEO, non fa un lavoro semplice,  essere consulente SEO significa aggiornarsi continuamente, fare continui test, passare ore ad analizzare ed interpretare i dati del sito del cliente, investire in formazione e software che vengono impiegati col fine di dare un un migliore livello di servizio.

Non è un’attività che si esaurisce in un lasso di tempo limitato e può richiedere investimenti per attività esterne.

Troverete chi vi chiede 200,00 €/mese e chi ve ne chiede oltre 1000,00 €/mese, non possiamo dire a priori se sia poco o molto, dipende dalla preparazione del consulente ma anche dalla difficoltà del settore, così come già detto.

Se si decide di investire in attività SEO, entro quanto tempo si ottengono i primi risultati?

Non troverete mai un consulente SEO che vi verrà a dire che un’attività SEO si inizia e conclude nel breve periodo. Posizionare un sito in alcuni casi può richiedere molto tempo, solitamente si tende a proporre contratti che siano annuali. Ci sono contratti che durano anni, anche se con budget di diversa entità per anno.

Tutto questo non sta a significare che in tre mesi non sia possibile ottenere i primi risultati.

Grafico crescita organica
esempio grafico crescita organica

Cosa è la SEO on-site e off-site?

La strategia SEO per l’ottimizzazione di un qualunque sito, passa attraverso due macro categorie, la SEO on-site e la SEO off-site. Chiariamo subito che in una strategia SEO ben strutturata non possiamo rinunciare a nessuna delle due, infatti, un buon posizionamento dipende da un insieme di elementi esterni e interni che andremo ora a vedere.

La SEO on-site, riguarda l’insieme di tutte quelle attività che vengono poste in essere all’interno di un sito e che ha come scopo l’ottimizzazione di una o più pagine rispetto a un preciso argomento. Sono elementi che controlliamo direttamente e sui quali un buon consulente SEO sa intervenire. Alcuni di questi fattori: il title, H1, struttura URL, ALT immagini, peso immagine, nome immagine, contenuto, velocità caricamento pagine, struttura dei collegamenti interni, alberatura.

La SEO off-site, sono invece, l’insieme di tutte quelle attività che vengono svolte all’esterno del nostro sito, ma che ne andranno a influenzare il posizionamento: i link diretti verso il nostro sito, le citazioni, le condivisioni social. Questa tipologia di fattori, sono di più difficile controllo ma influiscono e sul posizionamento del nostro sito.

Cosa è la local SEO?

Quando parliamo di local SEO, parliamo di un posizionamento locale. A differenza della SEO tradizionale, esempio, la SEO che si va a fare per un sito e-commerce che vende su tutto il territorio nazionale, la local SEO si fa per dare visibilità e posizionare un sito, un’attività commerciale o di servizi in una zona geografica ben delimitata…pensiamo a un hotel a un b&b, a un idraulioco, un dentista  o a un ristorante.

Dobbiamo sapere, che una % altissima di ricerche che viene fatta attraverso uno smartphone presenta un intento locale. In più è da sottolineare che i tassi di conversione nella local SEO, così come vi potrà confermare un bravo consulente che si occupa di local SEO, sono molto alti.

Come si fa local SEO?

La prima cosa che dobbiamo fare se intendiamo fare local SEO è l’apertura di una scheda in Google My Business, una cosa analoga è anche presente in Bing. Il vostro consulente SEO, non potrà non consigliarvi di riempire la vostra scheda nel modo più completo, questo vorrà dire: inserire una descrizione accurata, scegliere una corretta categoria dove poter inserire la propria attività, inserire belle foto e video, richiedere ai propri clienti di lasciare recensioni, inserire indirizzo e numero telefonico, apportare aggiornamenti continui.

Quando si parla di local SEO, un motore di ricerca come Google, posiziona i risultati secondo la rilevanza, cioè rispetto a quello che l’utente ricerca, la distanza, anche in base a fattori come IP e localizzazione del telefono e per finire la prominenza, quindi il trast di una determinata attività rispetto ad un’altra, ci si basa sui link che riceviamo (meglio se da altre realtà locali), citazioni e recensioni.

Per finire, anche quando si fa local SEO sinceratevi che il vostro consulente SEO implementi schema.org per le attività locali, per comunicare meglio ai motori di ricerca di cosa si occupa la vostra attività e dove questa è collocata.

schema.org per la local seo

PROCEDI CON UN'ANALISI GRATUITA!