Come costruire un sito web affiliato con Amazon

Quando si tratta di fare soldi online, molte persone sono attratte dal modello di Amazon.
Se anche a te piacerebbe fare la stessa cosa, ti voglio mostrare come procedere e come costruire il tuo sito di affiliazione con Amazon partendo da zero.

Iniziamo con il vedere quali sono i maggiori vantaggi e svantaggi nel voler aderire al programma di affiliazione di Amazon.

Gli svantaggi

  • Le commissioni pagate da Amazon, risultano inferiori a quelle proposte da altri circuiti di affiliazione;
  • Il tempo di durata dei cookie è limitato alle 24 ore. Quindi se un utente arriva sul mio sito e visita Amazon, se compra subito o nelle 24 ore successive riceverò una commissione se l’utente torna su Amazon direttamente trascorse le 24 ore e compra non riceverò alcuna commissione. Il tempo di durata del cookie in altri circuiti può arrivare anche a 30 giorni +.
  • Alta concorrenza, il programma di affiliazione di Amazon è molto conosciuto e diffuso, quindi ti potresti trovare a spingere prodotti, spinti da molti altri soggetti.

I vantaggi

  • Amazon rappresenta una sicurezza per gli acquirenti, lo sforzo che dovrai fare per convincere il tuo utente a comprare sarà minore.
  • Le opportunità legate alla scelta dei prodotti da promuovere sono pressoché illimitate.
  • Aderire al programma è facile
  • Implementare le creatività nel tuo sito è semplice e non viene richiesta una preparazione tecnica specifica.

Procediamo…

Tutto inizia con la scelta di cosa promuovere, il mio consiglio è quello di focalizzarsi su una determinata tipologia di prodotto, quindi scegli la tua nicchia.
La nicchia scelta, potrà essere legata a una tua passione ma anche no, se ti rendi conto che la tua passione è la passione di pochi forse sarà il caso di scegliere altro.

Inizia col pensare alla tipologia di traffico

La maggior parte del traffico del tuo sito affiliato, verrà presumibilmente da chiavi di ricerca legate al prodotto, esempio: “prezzo crema antirughe rilastil”, “prezzo crema antirughe lierac”, “recensioni crema antirughe collistar. Le prime due chiavi sopra riportate si dicono transazionali, la terza si dice commerciale. Queste due tipologie di chiavi, sono quelle che, ragionevolmente, saranno utilizzate da coloro che sono più propensi a fare un acquisto.

Si potrà poi lavorare su un panel di chiavi dette informative, che sono solitamente utilizzate da quei soggetti che sono più lontani dall’eseguire in tempi brevi un acquisto, esempio di chiave informativa: “come eliminare le rughe dal viso”

Anche le chiavi informative, potranno essere parte della nostra strategia dei contenuti e del posizionamento.

La quantità di traffico necessaria per un sito di successo, sarà principalmente lagata al prezzo dei prodotti che si andranno a promuovere, al tasso di conversione che si riesce ad ottenere e alla % di commissione che si ottiene. Questo sta a significare, che molte volte non sarà neanche necessario avere un sito con un traffico enorme perché questo possa essere redditizio.

Focalizziamo la nostra attenzione su prodotti che presentano un valore unitario non particolarmente basso. Se considero che le commissioni di Amazon sono molto basse, se focalizzo la mia attenzione su prodotti da 5-10€ sarà molto difficile fare fatturato.

Verifichiamo la nostra nicchia

A questo punto, partiamo con un esempio pratico, ipotizzando di aver deciso di approfondire la possibilità di un sito di nicchia legato alla vendita di “creme antirughe“.

Iniziamo con l’analizzare il livello di traffico e di concorrenza.

Andiamo su Amazon e iniziamo semplicemente col digitare “crema antirughe”, analizziamo cosa ci viene proposto.

Iniziamo con l’aprire un foglio di excel e riportare questi termini. Questi termini fanno parte del suggest di Amazon, così come succede in Google.

Ora diamo invio e analizzando la colonna sulla sinistra abbiamo altre informazioni e indicazioni.

Possiamo capire, quali siano i prodotti con le migliori recensioni, le marche presenti e che vengono eseguite ricerche anche per tipologia di pelle.
Tutto questo ci potrà tornare utile quando inizieremo a buttare giù la bozza del nostro sito affiliato ad Amazon.
Altra cosa che si può percepire analizzando la categoria dei prodotti in questione è la presenza di prodotti con un prezzo abbastanza elevato, che nel nostro caso significano commissioni più alte.

Ora, scegliamo alcuni prodotti, diamo una lettura delle recensioni e delle domande e delle risposte dei clienti.

Spostiamoci ora su Google…

Eseguiamo la stessa ricerca qui

Date un’occhiata anche nella parte inferiore della serp (così si chiama la schermata dei risultati che si ottengono dopo aver eseguito una ricerca).


Anche in questo caso riportate il tutto nel vostro foglio excel.

Per continuare l’analisi e la ricerca di altre parole chiave di nostro interesse, vi consiglio altri due strumenti, uno è lo strumento per la ricerca delle parole chiave di Google, che trovate all’interno di ogni account di Google Adwords, che può essere aperto da chiunque gratuitamente.


Potete scaricare la lista che vi viene proposta, per analizzarla con calma e fare le vostre scelte.

Ultimo strumento che vi propongo è Ubersuggest, un tool gratuito che si sta evolvendo sempre più e che vi mostra le ricerche legate alle vostre parole chiave, dandovi dei validi suggerimenti. Anche in questo caso è possibile scaricarsi una lista ed elaborarla.

Per chi volesse provare due strumenti con tante altre funzionalità, come l’analisi dei competitor, suggerisco di provare SEOzoom o SEMrush.

Alla fine andate a esaminare gli elenchi scaricati, eliminate le ripetizioni e dividetevi le parole di vostro interesse secondo l’intento di ricerca.

Analisi della concorrenza

Due parole ora sull’analisi della concorrenza, non essendo questo il tema principale, lo affronteremo in seguito in un post dedicato.

Prendiamo alcune parole chiave di nostro interesse e facciamo una ricerca su Google. Esempio, cercando “migliore crema antirughe” la serp si presenta così (meglio eseguire una ricerca aprendo una nuova finestra in incognito per evitare che la serp mostrata venga influenzata da nostre ricerche precedenti)


Analizzando i primi siti proposti nella serp, così come accade anche in questo caso, vi renderete conto cha sarà facile trovare siti che si occupano di affiliazione (in questo caso specifico trovate proprio 2/3 siti che fanno affiliazione con Amazon). Il mio consiglio è quello di visitarli, leggere i loro testi, studiate il loro menù, le parole chiave su cui stanno puntando, controllate i loro profili social e leggere eventuali commenti dei loro lettori.

Come iscriversi al programma di affiliazione di Amazon

Saranno necessari solo pochi minuti per iscriversi al programma di affiliazione di Amazon, quelli che seguono sono i semplici passi che devono essere fatti.

1. Recati a questo indirizzo: https://programma-affiliazione.amazon.it/ e clicca su  “Iscriviti ora gratuitamente”.


2. Ti verrà richiesto di accedere, se non possiedi nessun account clicca su “Crea il tuo account Amazon”.


3. Crea il tuo Account, ti verrà inviato un codice via email per la verifica dell’account.

4. Ti verranno richiesti alcuni dati per attivare il tuo account affiliato: Nome e cognome, indirizzo, numero telefonico e altre informazioni.

5. Le informazioni sui tuoi siti o app dove andrai a promuovere Amazon. Nella colonna che trovi a sinistra puoi andare a inserire oltre al sito anche i tuoi canali social: Facebook, Youtube, ecc.
Nella parte destra potrai invece andare a inserire il nome della tua app se andrai a promuovere Amazon in questo modo.

6. Altre informazioni sul tuo profilo, tra cui il tuo partnerID, questo è un nome unico che troverai aggiunto all’interno degli URL che andrai a promuovere. Ancora ti verrà richiesto, di cosa si occupa il sito o i siti, le categorie che intendi promuovere, le sorgenti utilizzate per portare traffico.

7. Con l’ultimo passaggio, vi verrà confermata la registrazione

Come utilizzare il programma di affiliazione di Amazon

Vediamo ora come poter utilizzare il centro di affiliazione di Amazon.

Segui questo link: https://programma-affiliazione.amazon.it, Sulla destra in altro clicca su accedi e inserisci i tuoi dati.


Ti ritroverai nel centro di affiliazione


La prima voce su cui soffermarci è “Link prodotti” che troviamo riportata sotto “Creazione Link Prodotti”.

Qui possiamo creare un link (contenente il nostro ID affiliati) a una qualsiasi pagina prodotto di Amazon. Esempio: Ricerca in “Giardino e giardinaggio” > “Giardinaggio” > “Zappa”. A questo punto dovremo solo copiare il link, che può essere solo testuale o testo e immagine. Questo link verrà condiviso sul nostro sito, blog, ecc.


La seconda voce che troviamo è “Banner”, qui si trovano varie tipologie di banner di diverse misure, pronti per essere utilizzati.


La terza voce che troviamo è “Link a qualsiasi pagina su Amazon.it”, dove si potrà scegliere tra “Link alle tue pagine preferite”, “Link ai risultati della ricerca” e “Link a qualsiasi pagina su Amazon.it”


Tralasciando le altre voci, mi soffermerò su un ultimo strumento che secondo me può tornare utili a tutti, mi riferisco a “SiteStripe“.
Facilissimo e utilissimo, basta eseguire il login, navigare il sito di Amazon, e quando ci troveremo sulla pagina prodotto, categoria, ecc. che ci interessa promuovere, per ottenere il link alla pagina completo del nostro ID, basterà cliccare su “Ottieni link”, solo testo o immagine e testo che i trova in alto sulla sinistra.

Ora vediamo come aprire un sito di affiliazione con Amazon utilizzando WordPress

Ora dopo aver capito, quali possano essere i vantaggi e svantaggi nel decidere di partecipare al programma di affiliazione di Amazon, dopo aver indagato sulla nicchia e la tipologia di traffico, aver analizzato la concorrenza, aver concluso la procedura per iscriverci al programma di affiliazione di Amazon e aver capito come utilizzarlo, puoi finalmente a costruire il tuo sito. Qui lo faremo utilizzando WordPress.
La prima cosa di cui avete bisogno è un hosting web, cioè lo spazio dove risiederà il vostro sito,  ne esistono tantissimi di validi, con caratteristiche e prezzi molto diversi, da parte mia vi consiglio SiteGround, il primo anno potete cavarvela con circa 50€+IVA se scegliete un piano StartUp o circa 80€+IVA se scegliete un piano GrowBig.
Le prestazioni sono buone e all’interno avrete un sistema che vi permette di installare tra le tante cose WordPress in un minuto.
Web Hosting

Nella registrazione è compreso un nuovo nome di dominio, a questo proposito, come sceglierlo?
Vi sono quelli che vi diranno di includere in questo una delle vostre chiavi di ricerca principali e chi vi dirà di non farlo poiché Google potrebbe penalizzarvi.
Personalmente, se trovo libero un nome di dominio che contenente una delle mie chiavi principali, non disdegno di utilizzarlo, non tanto per i motori di ricerca, quanto perché può essere più facile per gli utenti capire quello che faccio.

Dopo aver installato  WordPress, avrete bisogno di un tema e di qualche plugin per poter lavorare al meglio.

Temi WordPress adatti a un sito affiliato

Per quanto riguarda il tema, le scelte possibili sono due, utilizzarne uno gratuito o investire una piccola somma 30-60€ per averne uno premium.

Da parte mia posso segnalarvi un paio di temi premium adatti a essere utilizzati in un sito di affiliazioni.

STEADYINCOME

Questo tema è stato progettato proprio pensando alla costruzione di un sito con finalità di monetizzazione.
SteadyIncome ti consente di accedere a una serie di funzioni che ti aiuteranno a monetizzare il tuo traffico. Queste funzionalità includono: uno strumento di creazione di elenchi di e-mail, display di prodotti in primo piano, condivisione social facilitata e naturalmente un design reattivo completamente mobile.

KINGDOM


Kingdom è un tema pensato per creare un sito di nicchia e compatibile con il programma di Amazon. Presenta una funzione che permette di importare la valutazione di prodotti Amazon sul sito. In base a tale valutazione dell’utente, è possibile aumentare le possibilità di vendita. Il tema è ottimizzato SEO e naturalmente si presenta bene anche lato mobile.

Plugin per WordPress da utilizzare nel nostro sito affiliato a Amazon

Esistono una miriade di plugin in WordPress, che possono migliorare il nostro sito, ci tengo a dire che meno plugin utilizzeremo e meglio sarà. Questo perché usare molti plugin vorrà dire esporre di più il nostro sito a possibili vulnerabilità e si rischierà di renderlo anche più lento.

Per quanto riguarda i plugin relativi all’affiliazione, segnalo questi due:

Amazon Associates Link Builder
È il plugin gratuito e ufficiale del programma di affiliazione di Amazon. Consente di cercare i prodotti nel catalogo di Amazon, accedere a informazioni in tempo reale per quanto riguarda prezzi e disponibilità e creare facilmente collegamenti nei tuoi post verso i prodotti su Amazon.


ThirstyAffiliates
Questo plugin ti permette di gestire i link affiliati (non solo quelli di Amazon). I collegamenti sono creati in una Dashboard e raggruppare in varie categorie. Se un link di affiliazione cambia, non vi sarà bisogno di andare alla ricerca di tutti gli articoli del nostro sito dove il link è stato posizionato, ma basterà variarlo nella Dashboard per vedere il link cambiare ovunque.
ThirstyAffiliates permette anche il reindirizzamento dei link di affiliazione. Quindi, invece di visualizzare link strani da vedersi, che possono anche portare l’utente a non cliccare si vedranno URL molto più garbate, esempio: https://tuosito.it/go/prodotto.
Per concludere, un sistema di report e statistiche per poter monitorare i clic dei link di affiliazione, rende questo plugin ancora più interessante.

EasyAzon
Plugin che ci consente di creare facilmente collegamenti affiliazione da Amazon, permettendoci di risparmiare tantissimo tempo. La versione Pro di questo plug-in include anche numerose funzionalità aggiuntive, come la possibilità di creare collegamenti Amazon basati su immagini, call-to-action e blocchi di informazioni sul prodotto cliccabili.


Tre tipologie di contenuto per un sito di affiliazione

Cerchiamo di capire quali sono le tipologie di contenuto che possono rendere il tuo, un sito affiliato di successo.
Post di approfondimento
Una delle tipologie di contenuti più utilizzati quando si parla di siti di affiliazione sono  i post di approfondimento su un particolare prodotto. Questa tipologia di post deve fornire all’utente tutte quelle informazioni necessarie affinché questi possano prendere una decisione di acquisto. Non copiare la scheda prodotto così come si presenta su Amazon, personalizzala, focalizza l’attenzione su quelli che sono i problemi che vengono risolti, scrivi anche su quelli che possono essere punti negativi.

Post informativi
Scrivi post puramente informativi, che possano catturare l’attenzione del tuo utente target. Se ti occupi di affiliazione per il “fai da te”, potresti per esempio scrivere un post sul come costruire un mobiletto.  Regala solo informazioni, non vendere nulla…per ora.

Post di confronto
Metti a confronto, due, tre o più prodotti relativi alla tua nicchia.  La finalità è quella di aiutare i tuoi utenti a capire quale dei prodotti sia per loro il più indicato.

Esempi di siti affiliati a Amazon

outdoorgearlab.com
Questo sito è cresciuto molto durante gli ultimi anni, tanto da potersi permettere di concludere accordi diretti con i fornitori, molti dei loro link puntano ancora su Amazon. Interessanti le loro tabelle di confronto e i loro articoli di approfondimento.

thisiswhyimbroke.com
Questo sito ci dimostra che qualche volta le regole vanno infrante. In questo caso ci troviamo di fronte a un sito che pur non avendo nessun contenuto di approfondimento, ma spingendo direttamente il traffico sul sito che si promuove (Amazon) porta a casa numeri e commissioni che fanno paura, parliamo di oltre 550K di utenti mese.


mypetneedsthat.com
Il settore degli animali domestici va a gonfie vele. Non mi meraviglia l’andamento di questo sito. Parliamo di un numero di visitatori mensili superiori a 500K e di articoli di approfondimento contenenti dalle 2000 alle 5000 parole.


Ora sei pronto/a anche tu per dar vita al tuo sito in affiliazione con Amazon, se desideri saperne di più inizia da qui.

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter
LinkedIn

Gianluca

Lavoro per far crescere e-commerce, siti di affiliazione e portali dedicati alla generazione di contatti commerciali (lead generation). Mi occupo della gestione di questi portali dal punto di vista strategico e operativo. Ho operato, in proprio o per conto di agenzie, nel settore food e non food, prodotti personalizzati, automotive, energia, servizi finanziari, trasporti, turismo, sia in ambito B2C che B2B --> CHI SONO
Chiudi il menu